Le storie di Kina

18,00

« La semplicità è la via per la felicità. »

Chi è Kina? Kina è una ragazza come tante, magari un po’ goffa, alle prese con piccole e grandi disavventure quotidiane, di quelle che capitano a tutti: una torta bruciata nel forno, una gomma a terra per strada, una caduta sugli sci… Ma quello che rende Kina davvero speciale è il suo atteggiamento positivo, il reagire sempre con il sorriso alle piccole sfortune di tutti i giorni. Nelle storie di Kina troverete la semplicità e la meraviglia dell’infanzia inalterate, non toccate dai ritmi frenetici e dal nervosismo della vita adulta. Uno stile fresco e originale per l’opera di esordio di Monica Seri, adatta a tutti, anche ai grandi che si sono dimenticati di essere stati bambini.

Monica Seri
Nasce a Pesaro, dove si diploma all’Istituto d’Arte in Grafica pubblicitaria. I suoi studi proseguono all’Accademia di Belle Arti di Urbino, dove si specializza in incisione, e in seguito al corso di fumetto ospitato dall’Associazione culturale ArteM, sotto la guida di Alan D’Amico. Ha collaborato con NINA edizioni, Le storie  di Kina è il primo libro da lei interamente disegnato e scritto.


Questo libro è accreditato per gli istituti scolastici tramite l’utilizzo della Carta del Docente.
Per saperne di più: Carta del Docente – Le storie di Kina.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 22 × 22 cm
Copertina

Brossura

Pagine

100

Codice ISBN

9788894079142

Prima edizione

Novembre 2016

Recensioni

  1. Giulia

    Già dalle prime pagine di questo libro si capisce che il mondo degli adulti e quello dei bambini sono sempre, costantemente, collegati. Mi sono ritrovata in questa simpatica e un po’ goffa ragazza. Un libro semplice e scorrevole ma leggendo tra le righe si intravedono messaggi molto importanti. Una delle frasi che mi ha colpito, infatti, è questa:
    “Kina sa che il dolore bisogna saperlo accettare e che se ti concentri solo sul nero perdi il rosso, il giallo, il rosa e il verde”.
    E’ stato bello immergermi nelle pagine illustrate di questo libro e tornare un po’ bambina.
    Consigliatissimo.

  2. Ilaria

    Il libro, tutto incentrato su Kina e le sue piccole disavventure quotidiane, ci mostra una visione della realtà ben lontana dal grigiore ordinario. Kina è infatti una ragazza normalissima, senza nessun segno caratteristico se non quello di avere una sprizzante positività e la capacità, di conseguenza, di affrontare i piccoli imprevisti quotidiani che accomunano tutti con grande entusiasmo e serenità cercando di trarre il buono da ogni occasione, bella o brutta che sia.
    L’autrice ha saputo creare, con grande maestria, un ponte che collega il mondo dei bambini con quello degli adulti dimostrando quanto siano affini e quanto farebbe comodo ai “grandi” adottare un punto di vista genuino e spontaneo, proprio come quello dei bambini e di Kina, per vivere giorno dopo giorno gli imprevisti che la vita ci presenta.
    Una lettura per piccini adatta anche agli adulti, semplice, diretta, a cui non mancano spunti di riflessione.

  3. ufobm

    Una libro leggero e divertente, da leggere prima di andare a dormire 😉 !

  4. Maria Capatti

    Un divertente illustrato per ragazzi contiene un valido messaggio per bambini e adulti: durante la vita, come anche durante una semplice giornata, possono accadere piccole o grandi disavventure che mettono a dura prova la nostra capacità di reagire in modo positivo. Sta a noi riuscire ad individuare, ogni volta, la giusta strada per risolvere l’inconveniente e tornare a sorridere.
    Kina, una ragazza come tante, sbarazzina, capelli ricci e qualche lentiggine sul naso è la giovane protagonista di queste scene di vita quotidiana. E’ lei che con il suo atteggiamento apparentemente leggero e spensierato ci invita a prendere la vita con il sorriso poiché, senza ridere e sorridere, la vita stessa non avrebbe significato. “Kina sa che il dolore bisogna saperlo accettare e che se ti concentri solo sul nero, perdi il rosso, il giallo, il rosa, il verde”.
    Questa simpatica ragazzina ci esorta dunque alla riflessione sull’atteggiamento da adottare giorno dopo giorno, vicenda dopo vicenda, delusione dopo delusione, per essere vincenti nei confronti degli eventi che si susseguono lungo il nostro percorso di vita. Ci invita, attraverso il suo atteggiamento sempre positivo e propositivo, a “imparare a trasformare comportamenti negativi e ipercritici in opportunità e riconoscenza”! E’ questa la sua forza: non vedere le negatività per come si presentano, ma scoprire il mondo piano piano con lo stupore del bambino ed essere grati e riconoscenti per un gesto, una partita, un animale, un temporale, una tazza di cioccolata calda, un amico, un affetto.
    Kina, per il solo fatto di ritenere che “a volte anche la sfortuna si può leggere senza la ‘s’”, riceve dalla sua Autrice “la medaglia di Controcorrente D.O.C., soprattutto in quest’epoca di lamentazioni senza rivoluzioni e di pianti senza lacrime, dove è merce rara chi sa vivere senza incolpare se stesso, la pioggia o il governo di turno”.
    Con uno stile originale e leggero e con frasi chiare, brevi, nelle quali spesso la prosa accoglie la rima, Monica Seri ci offre la rara opportunità di estraniarci per un momento dal rumore assordante della città che ci circonda per concentrarci su noi stessi e riflettere; riflettere sul nostro modo di affrontare la vita. Attraverso Kina ci suggerisce anche uno dei possibili modi: “la semplicità è la via per la felicità”!
    Libro consigliato a bambini e ragazzi che si affacciano alla consapevolezza di sé e ai genitori che possono, almeno per il tempo necessario alla lettura di queste pagine, tornare alla spensieratezza dell’età dei loro figli.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *